Salutiamo l’anno dei legumi con l’insalata di lenticchie di Norcia, una ricetta dedicata alla rinascita

Questa ricetta vuole salutare l'anno dei legumi e mandare un messaggio di speranza alle popolazioni colpite dal terremoto. Usiamo le lenticchie di Norcia per un ottimo antipasto di Capodanno.

Siamo arrivati alla fine del 2016, anno che la FAO ha voluto dedicare ai legumi per promuoverne l’utilizzo e aumentare la consapevolezza circa le proprietà benefiche di questi meravigliosi alimenti. Durante quest’anno abbiamo descritto in diversi articoli le proprietà nutrizionali dei legumi e il giusto modo per consumarli (leggete qui e quie vi abbiamo fornito diverse ricette, dalle più classiche alle più fantasiose per realizzare piatti bilanciati e gustosi che abbiano al centro i legumi. E saranno proprio i legumi i protagonisti dell’ultima ricetta del 2016. La scelta cade stavolta sulla lenticchia dei Monti Sibillini, un territorio devastato dal sisma degli scorsi mesi. Questa ricetta di fine anno vuole essere un augurio e un messaggio di speranza per un 2017 di rinascita e di riscoperta.

Bicchierini di Insalata di Lenticchie, prezzemolo riccio e carote colorate

Ingredienti (per 6 persone): 120g di Lenticchie dei Monti Sibillini, una carota gialla, una arancione e una viola, una manciata di nocciole tritate, un ciuffetto di prezzemolo riccio, cipolla, olio e.v.o., sale marino integrale.

Procedimento: fate cuocere le lenticchie in acqua non salata. Scolate e fate raffreddare. Tagliate a dadini le carote e fatele scottare velocemente in padella con una cipolla affettata sottilmente e un filo d’olio e.v.o. Mettete le lenticchie in una ciotola, aggiungete le carote saltate con la cipolla, il prezzemolo riccio tritato e condite con un paio di cucchiai di olio e sale marino integrale. Prendete dei bicchierini di vetro, riempiteli con l’insalatina di lenticchie e decorate con le nocciole tritate grossolanamente.

Un ottimo aperitivo festivo da offrire ai nostri cari, affiancato da un brindisi per augurare buona fortuna alle popolazioni colpite dal sisma!

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here